Enter your keyword

Atti Seminari e Convegni

Lezioni dimostrative di tedesco 2

Nell’ambito delle lezioni dimostrative ho svolto sia un’attività di Lettura autentica, sia un’attività di Lettura analitica con il testo riportato di seguito.

Due parole sulla scelta del testo. Poiché gli studenti erano scelti fra quei parteci¬panti al seminario che avevano dichiarato di non avere alcuna conoscenza della lingua tedesca ho cercato un testo che

  1. 1. avesse un ausilio grafico (come ad esempio foto, disegni ecc.) Nel brano scelto il numero nel suo complesso e la forma delle cifre suggeriscono che l’argomento riguarda i giovani.
  2. 2. a) fosse ricco di termini somiglianti ai corrispondenti di altre lingue europee. Solo per fare alcuni esempi:
    Le parole del titolo “Mein (fremder) Name” trovano le corrispondenze mio nome my name mon nom mi nombre
    in italiano
    . . .
    in inglese
    in francese
    in spagnolo etc.
    e nel testo si incontrano molti altri come ad esempio
    Gymnasium
    Mutter
    Vater
    Religion
    Testament
    Klasse
    Maschine
    Millionen
    Christin
    Est
    b) presentasse nomi propri, di città, paesi e così via, come qui: Rebecca, Gerhard, Hamburg, etc. e parole di uso internazionale, qui soltanto “Nazi”

La modalità della Lettura autentica era identica a quella esposta nell’articolo precedente.

Segue invece una descrizione dettagliata della Lettura analitica.
Ho disposto i 14 studenti della classe a semicerchio.

Come primo passo ho distribuito una nuova fotocopia in modo che potessero lavorare su un foglio pulito. La verifica che tutti abbiano una penna generalmente evita disturbi e perdita di tempo dopo la spiegazione del compito.
Il lavoro da eseguire individualmente da parte dello studente era di sottolineare i pronomi personali soggetto presenti nel testo.
Per rendere chiaro il compito ho dapprima scritto sulla lavagna
“Personalpronomen Subjekt”
e ho ripetutamente fatto il segno di sottolineatura.
Quindi ho fornito una breve spiegazione. Questa spiegazione e alcune altre successive sono avvenute in lingua tedesca con l’aiuto di qualche gesto e usando il più possibile terminologie di uso internazionale.
Poteva essere utile avviare il lavoro fornendo qualche esempio (come in questo caso il “du” a riga 5).
Ciò non è stato però necessario, avendo costatato che tutti iniziavano subito a lavorare.
Ho posto termine alla fase di ricerca individuale, quando ho notato che uno degli studenti aveva esaurito il suo lavoro (dopo circa 8 minuti).
A questo punto ho fatto fare un primo confronto fra coppie di studenti adiacenti.

Tutte le consultazioni avvenute durante la lezione si sono svolte necessariamente in lingua italiana, essendo “zero” il livello della classe.
(Normalmente esigo che la consultazione venga fatta in tedesco dopo circa 30 ore di lezione).
Dopo questa fase, cioè appena ho visto che una coppia aveva terminato (erano trascorsi circa 7 minuti), ho chiesto ai partecipanti quanti pronomi personali soggetto avessero trovato.
Molti si erano già avvicinati alla cifra esatta (50).
Se il numero massimo dei pronomi trovato fosse stato molto inferiore a 50 avrei fornito io il risultato numerico e li avrei invitati ad una nuova ricerca.
Qui invece, per arrivare ad una maggiore uniformità dei risultati, ho operato un cambio di partner nelle coppie facendo spostare di un posto la componente destra di ogni coppia.

Questo secondo confronto è durato altri 5 minuti.
Ho dato inizio al secondo lavoro scrivendo sulla lavagna il pronome personale
“sic”
Questa seconda parte era per me l’obiettivo principale di tutta l’attività. Ho quindi chiesto di indicare il numero complessivo dei pronomi personali “sic” presenti nella lettura. Dopo pochissimo tempo alcuni hanno risposto 8, altri 9.
Ho domandato allora dove avessero individuato il primo “sic” nel testo. Poiché questo primo “sic”, che si trova nell’occhiello nell’espressione “Was beschàftigt sic”, è complemento oggetto, I’ho fatto escludere dal conto, chiarendo il perché dietro richiesta di alcuni studenti.
Come compito successivo ho chiesto di individuare quanti tipi diversi di pronomi personali “sic” potessero essere trovati, esprimendomi ancora una volta in tedesco.
È stato però necessario ripetere la spiegazione in italiano poiché ho riscontrato che non c’era stata comprensione da parte di tutti del compito da svolgere.
A questo punto ho notato una certa stanchezza, cosa comprensibilissima dato che c’erano stati prima 45 minuti di Lettura autentica seguiti immediatamente da altri 40 minuti di Lettura analitica.
(Per questo motivo non propongo, normalmente, Lettura autentica e Lettura analitica nello stesso giorno.)
Perciò ho deciso di svelare che i diversi tipi erano 3.
Sono trascorsi così alcuni minuti di intenso e animato lavoro.
Quando mi sono resa conto che non si progrediva oltre la individuazione di due tipi, ho cambiato di nuovo le coppie per rendere più efficace la collaborazione.
Sono così trascorsi, alla ricerca della terza “misteriosa” forma, gli ultimi minuti della lezione di Lettura analitica.
A questo punto il tempo previsto per la lezione era scaduto.
Consapevoli tutti che si era fatto un lavoro molto fruttuoso potevo complimentarmi con loro e salutarli. Invece, visto che si trattava della loro prima lezione di tedesco in assoluto, ho scelto di dare il risultato dell’analisi.